Noi non dimentichiamo

Il 28 ottobre la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e il capo della Polizia Franco Gabrielli, hanno promosso a vicequestori di polizia: Pietro Troiani e Salvatore Gava due personaggi che purtroppo a Genova conosciamo bene.
Nel 2001, durante le giornate di contestazione al vertice del G8, Troiani aveva introdotto due bombe molotov all’interno della scuola Diaz, Gava le aveva falsamente attestato il rinvenimento, affinché tale scenario potesse costituire una giustificazione per la sanguinosa irruzione nell’edificio e una ricostruzione da fornire ai mezzi d’informazione.
Tale promozione avviene nei confronti di due poliziotti condannati in via definitiva a tre anni e otto mesi più cinque anni di interdizione dai pubblici uffici.
Alla vigilia del ventesimo anniversario dei gravissimi fatti di Genova la promozione nei confronti di due poliziotti condannati in via definitiva tre anni e otto mesi più cinque anni di interdizione dai pubblici uffici suona come un’offesa ulteriore alle centinaia di persone che vennero arrestate, detenute arbitrariamente e torturate in quella pagina nera della storia italiana definita, da Amnesty international, come la più grave sospensione dei diritti umani dal dopoguerra ad oggi.

Noi non dimentichiamo e continuiamo a costruire un altro mondo possibile

L.S.O.A Buridda