La visione condivisa ai tempi del Covid-19 – King Catoy-EngageMedia

Articolo originale in inglese: https://video4change.org/co-viewing-films-covid/

Gli organizzatori di festival di cinema e i registi stanno rendendo i propri film disponibili al pubblico adesso che la maggior parte di noi è in lockdown. A differenza dei video brevi che sostengono varie campagne e iniziative, i film che vengono presentati dai festival sono raramente accessibili al pubblico. La disponibilità di film presentati ai festival online è indubbiamente uno sviluppo positivo in un momento come questo.

Una cosa che manca nelle nostre esperienze cinematografiche online però è il senso di comunità delle proiezioni al cinema o delle proiezioni collettive. Penso che una presentazione con ‘Watch Party’ possa in un qualche modo riprodurre quella sensazione. Possiamo reagire, commentare e probabilmente parlare dopo la proiezione di un film.

Questo breve articolo vuole essere un approfondimento su varie piattaforme per la diffusione di film che includono la visione condivisa e l’interazione fra il pubblico. Perché un film abbia un impatto, la visione condivisa e l’interazione fra il pubblico sono essenziali. Forniscono meccanismi di feedback e collaborazione fra produttori e spettatori.

Nella mia ricerca considero anche alternative a Facebook e YouTube – piattaforme social commerciali note per le loro funzioni interattive. Dati i problemi di privacy che presentano queste due piattaforme commerciali, vale la pena cercare alternative.

Notiamo anche i limiti di Facebook e YouTube dal momento che i loro ‘Watch Party’ sono possibili solo utilizzando video presenti sulle loro piattaforme: un Watch Party su Facebook si può fare solo con video caricati su Facebook e lo stesso vale per YouTube Premiere. Su Facebook e YouTube ci sono milioni di video, certo, ma non tutti i registi e produttori di documentari usano queste piattaforme per varie ragioni.

Piattaforme Alternative 

Mycircle.tv e Watch2gether sono piattaforme che consentono la visione condivisa di video da YouTube, Vimeo e anche da piattaforme per la condivisione di file come Dropbox e Google Drive. La procedura è semplice per entrambi i siti: si crea una stanza, si condivide il link con i propri amici e si chatta mentre si guarda il video. Non c’è bisogno di registrarsi o fare il login per usare alcuni dei servizi di base. È anche possibile creare una playlist video su entrambe le piattaforme. Watch2gether permette di usare la propria webcam, dandoci la possibilità di parlare del film.

Problemi di Privacy

Essendo entrambi siti “freemium”, consentono agli utenti di usare i loro servizi gratuitamente, ma offrono funzioni e contenuti aggiuntivi a pagamento. Le informazioni che gli forniamo, inclusi i dati relative ai video che condividiamo in streaming, possono essere utilizzate da queste aziende per altri fini.

Software Gartuiti e Open-source

CyTube è un’applicazione web che consente la visione e l’interazione attraverso la sua chatbox. Per vedere video e chattare non è necessario un login, ma se si vuole creare un canale occorre registrarsi. Supporta vari provider di contenuto audiovisivo, compresi YouTube e Vimeo. Per rendere disponibili contenuti sulla piattaforma è necessaria qualche modifica tecnica. L’interfaccia utente è semplice, ma non esattamente intuitiva. Ho dovuto consultare la sua wiki su GitHub per capire come funziona. Con un po’ di pratica, ho capito meglio come controllare la funzione di playback e l’organizzazione in sequenza dei video sulla playlist.

CyTube User Interface

Ha funzionato bene coi browser che utilizzo fin da subito. Nel complesso, CyTube va bene e il fatto che sia gratuito e open-source mi dà sicurezza dal punto di vista digitale.

Piattaforme per Grandi Film Festival

Ovee, una piattaforma online basata negli Stati Uniti, offre funzioni di visione condivisa e dibattiti dal vivo. I registi devono fare domanda tramite un modulo di ammissione e il sito manda una notifica dell’approvazione entro 72 ore. Per registi e produttori al di fuori dei media pubblici statunitensi, il costo per film è di 500$.

Usando un account Vimeo Premium che costa 75$ al mese, si possono condividere contenuti in streaming, in visione condivisa, si può interagire e gestire un dibattito usando la loro piattaforma. Il branding grafico è anche disponibile sul sito e sull’interfaccia del sistema di riproduzione video.

Altre Piattaforme da Considerare

Un’altra piattaforma delle grandi compagnie di comunicazione è Periscope, il servizio di streaming dal vivo di Twitter. Si tratta principalmente di una piattaforma per condividere video dal vivo sul proprio feed di Twitter. Ma attraverso Open Broadcast System (OBS), un’applicazione gratuita e open-source disponibile in molti sistemi operativi, è possibile condividere video da un computer in streaming dal vivo. Gli spettatori possono ritwittare, commentare e anche reagire con emoticon mentre guardano il video.

Twitch, Mixer, e Smashcast sono piattaforme di streaming dal vivo pensate principalmente per gli online gamers che vogliono condividere un gioco dal vivo. Tutte includono funzioni di visione condivisa e interazione col pubblico. Twitch si è rivolta anche a chi non è un gamer aprendo canali su musica, arte, e talk show.

Combinare Varie Piattaforme

CinePop Buridda, un collettivo italiano, sta sperimentando l’uso di Vimeo e di un canale Telegram per continuare a organizzare proiezioni e dibattiti durante il lockdown.

Avendo scoperto questa realtà tramite la mailing list della Radical Film Network, ho partecipato al loro esperimento. CinePop Buridda ha organizzato la visione di Lost Citizens, un documentario sull’incertezza lavorativa causata dalla chiusura di una grande multinazionale mineraria in Sardegna.

Cinepop Burrida

La visione non era sincronizzata, perché ognuno ha premuto play autonomamente. Io l’ho fatto con qualche ora di ritardo a causa della differenza di orario. Nonostante questo, c’era una sensazione di eccitazione durante la visione del film data dalla consapevolezza che altri l’avevano visto prima di me e che se avessi avuto domande o commenti avrei potuto interagire con altri sul film.

Per questa proiezione CinePop Buridda non ha usato altre piattaforme, ma come partecipante a questo esperimento mi sono sentito appagato. Dai messaggi sul canale Telegram è emerso un forte sentimento di solidarietà verso i lavoratori. In conclusione, anche se siamo fisicamente separati dal lockdown, un film forte può ancora creare connessioni fra la gente e darci conforto in questi tempi difficili.

Sull’autore: King Catoy è il Video Lead di EngageMedia. È un regista di documentari indipendenti e produttore di media alternativi nelle Filippine.

CONDIVIDERE:

Leave a Reply