La Terra di Nessuno è anche mia

Comunicato Lsoa Buridda

Sfatato il mantra dell’ #andràtuttobene!

Nella loro #genovameravigliosa stiamo assistendo alla decadenza definitiva delle basi della convivenza civile evidenziata dal totale fallimento delle istituzioni pubbliche, sempre più subordinate ai grandi interessi privati.

Dal crollo del ponte Morandi, al dissesto idrogeologico cronico, fino alla gestione dell’emergenza sanitaria, un sistema già basato sull’emergenza ha svelato il suo animo predatorio in un territorio dove il tessuto sociale lacerato non ha saputo reagire.

La giunta di destra che governa questa città con un cencelli vessatorio: scegliendo a turno a chi addossare l’etichetta del capro espiatorio da colpire, portando al naturale compimento anni di clientelismo statico delle giunte precedenti. Nell’ultimo periodo per dare l’ennesimo contentino alla sua parte leghista, con un tratto di penna cancella anni di progetti di riqualificazione del quartiere del Lagaccio sacrificando sull’altare della più becera propaganda il Csoa Terra di Nessuno.

Il centro sociale, che da oltre 20 anni ha trasformato l’abbandono in socialità, l’emarginazione in partecipazione, l’individualismo in contro-cultura. Già da tempo abbiamo indicato nel cambio di prospettiva il modo migliore per resistere nel presente. Lo abbiamo fatto prima di partire per Ventimiglia alla grande parata dei saltimbanchi senza frontiere e Murgas da tutta Italia imbarcandoci sulla Vostok. Lo abbiamo toccato con mano durante il primo lockdown, raccontando attraverso radiogramma le contraddizioni lampanti di questo sistema, messe in luce dalla pandemia.

Lo rilanciamo con un nuovo strumento che ci permetterà agevolmente di portare radiogramma ovunque e dare voce, attraverso le libere frequenza di radiogramma, alle innumerevoli vertenze di questa città.

Oggi ci troviamo ancora a resistere in un mondo cambiato, ulteriormente disilluso, dove veniamo spinti sempre di più al salvarci da soli a discapito delle persone immediatamente più deboli di noi.

Siamo ancora convinti che gli spazi sociali autogestiti e la loro capacità di spostare il punto di osservazione del mondo siano patrimonio indispensabile per la collettività e che, in un momento come questo, siano da difendere e supportare con le unghie e con i denti!

Ci assumiamo e ci assumeremo in futuro la “colpa” di promuovere arte, musica, laboratori e idee che partono dal basso, fruibili gratuitamente per tutti e tutte.

Il 10 aprile alle 17 in piazza De Ferrari in solidarietà al Csoa Terra di Nessuno

Lancio inaugurale dello Sputnik, accompagnato dai tamburi della Murga Invexendâ !



LSOA BURIDDA
Condividi su:
Default image
Redazione
Articles: 192