Proiezione “Inshallah – stories from the European borders”

Tra le persone che cercano di raggiungere l’Europa passando il confine tra Bosnia e Croazia
Inshallah (se Dio vuole) è più di un modo di dire. È una parola che riflette l’insicurezza delle loro vite, appese al filo del destino.
Qui, alla fine della Rotta Balcanica, l’Unione Europea tiene le sue porte ben chiuse: chi attraversa il confine viene picchiato dalla polizia croata, derubato di soldi, cellulari, scarpe e deportato illegalmente in Bosnia.
Resta bloccato per mesi, vivendo in rifugi informali o edifici abbandonati in attesa finalmente di farcela. I tentativi di passare dall’altra parte sono cinicamente chiamati the game: se vinci, sei nell’UE; se perdi, torni al punto di partenza.

“Inshallah – Stories from the European border” è un documentario auto-prodotto da Elisa Scorzelli e Fabio Angelelli. A prendere parola sono le donne e gli uomini che queste politiche migratorie le vivono sulla propria pelle. Sei storie in cui raccontano cosa succede ogni giorno sul confine esterno dell’UE: deportazioni illegali, violenza della polizia, disperazione, paura, tenacia e lotta per una vita migliore.

Ore 20.30 piccola presentazione del documentario

Ore 21.00 proiezione documentario

Dalle 21.30 dibattito e approfondimento con i registi del doc e racconti insieme Progetto 20k che opera sul confine di Ventimiglia.

Lsoa Buridda è uno spazio Occupato e Autogestito, antirazzista antisessista e antifascista; quando decidi di attraversarlo Rispettalo e Rispettati.

Condividi su:
Redazione
Redazione
Articoli: 271