Workshop Sadomaso per principianti di e con Nita | Bu! Festival // 30 Marzo 2019

*SADOMASO per principianti*

Workshop (durata: 3h) alle h14:30
su prenotazione via mail: nitaclown@yahoo.it
*Conduce nita – attivista e buffona queer*

Programma completo della giornata

“Quando qualcuno ti morsica, ti ricorda che anche tu hai i denti” (proverbio Peul, popolazione dell’Africa occidentale)
Sadomaso, feticismi, giochi di ruolo e altre sperimentazioni di sessualità estrema: vizietti? Incurabili parafilie? Mode?… o possibilità di indagare noi stessx, le nostre emozioni e il rapporto che abbiamo con il potere e l’erotismo?
In questo piccolo esperimento laboratoriale si alterneranno momenti di dibattito a semplici giochi, in un’indagine collettiva e ludica sugli aspetti erotici, politici, energetici e comici della sessualità libera ed orgogliosamente perversa.
Attenzione: il piacere è rivoluzionario e la perversione contagiosa!

Requisiti per la partecipazione: fantasie strane e voglia di giocare.

Il workshop è a numero chiuso e per partecipare è necessario iscriversi.
*Per info e iscrizioni*: nitaclown@yahoo.it

Photo: Claudia Borgia

*nita – attivista e buffona queer*
Clown dalla nascita, ho affinato gli strumenti comici attraverso fallimenti personali e scivolate inopportune.
Ho seguito per anni il maestro di teatro e di vita di Emmanuel Gallot-Lavallèe ed ho approfondito gli studi sul mimo e la comicità in scuole e teatri in Italia e in Europa, per poi applicare le conoscenze acquisite alle tematiche che mi appassionano: il genere, la sessualità, la libertà. Ho sviluppato un approccio personale ai tantra, al BDSM e alla performatività, attingendo al pensiero femminista e frocio, utilizzando l’ironia come chiave di lettura e scegliendo il gioco come proposta creativa.
Attualmente progetto workshop e performance che presento perlopiù negli ambienti artistici underground e di avanguardia, dove ho la possibilità di incontrare altri coraggiosi esploratori e coraggiose esploratrici dell’estremo, che non temono il ridicolo, i taboo e le scomode verità.

THIS IS A SAFE PLACE