Solidarietà a Via Gramsci 11

LA PALAZZINA DI VIA GRAMSCI 11, OCCUPATA DA 4 NUCLEI FAMILIARI NEL GIUGNO 2015 E SOSTENUTI DALL’ALLORA MOVIMENTO DI
LOTTA PER LA CASA, È OGGI SOTTO SGOMBERO.

Dopo l’incontro in Prefettura di Giovedì 29 Novembre – dalla quale
ovviamente gli occupanti erano esclusi – è definitivamente avviata la
procedura di sgombero della palazzina, PREVISTA PER METÀ GENNAIO 2019.

L’intenzione delle famiglie coinvolte è quella di lottare per difendere il proprio diritto ad un’abitazione e ad una vita dignitosa ed è in questo quadro che
contattiamo e facciamo appello a tutt*.
LA LETTERA da parte delle famiglie occupanti indirizzata alla Fondazione Sorelle Gemelle della Congregazione – proprietaria della palazzina sotto sgombero – alla Curia e all’Arcivescovo Bagnasco e allo stesso Papa Francesco che si ha intenzione non solo di spedire ma di rendere pubblica, in quanto esprime in sintesi le riflessioni e le
rivendicazioni dei nuclei sotto sgombero.

Il percorso di resistenza allo sgombero vede come tappe iniziali la
convocazione di una ASSEMBLEA APERTA A TUTTI E TUTTE PER GIOVEDÌ 6
DICEMBRE, ALLE ORE 18:00, PRESSO L’AUTAUT357 IN VIA DELLE FONTANE – in cui le persone coinvolte presenteranno la storia dell’occupazione e i
primi passi di questa mobilitazione contro lo sgombero – e UN PRESIDIO
SOTTO LA CURIA E L’ARCIVESCOVADO DI GENOVA PER SABATO 22 DICEMBRE.

Chiamiamo tutti quanti, quindi, ad esprimersi e partecipare attivamente
in questo percorso di lotta dei nuclei familiari, lasciando libertà ad
ogni realtà e singolo di esprimersi con i canali, i mezzi e i metodi
che si credono opportuni e confacenti ai propri percorsi e alle proprie
sensibilità, partendo proprio dalla partecipazione all’assemblea e al
presidio.