Non siamo tutti nella stessa barca

Pubblicato dal Mutuo soccorso itinerante Non serviva il virus per capire che in questo sistema c’è chi sta nella suite di prima classe e chi ai remi nelle sentine.Non serviva il virus per accorgersi che i più colpiti dalla pandemia sono quelli con “patologie pre-esistenti”: poveri, precari, disoccupati, donne, senzatetto, carcerati, immigrati.E non c’era bisogno del virus per certificare che i “lavori indispensabili” coincidono con i lavori sottopagati: commessi, infermieri, fattorini, camionisti, addetti alle pulizie, braccianti: il fallimento del neoliberismo è sotto gli occhi di tutti. E’ servito però il virus per portare nel discorso pubblico il fatto che un’alternativa … Leggi tutto Non siamo tutti nella stessa barca