Buridda against Nazi-idiot // 25 Aprile 2015

Gerda – Stormo – Moe – gli Altri

Un 25 aprile musicalmente diverso dalle solite cose che si organizzano qui a Genova.

Dalle 22.00 musica pesante e incazzata con:

GERDA posthc tutto da piangere da Jesi (Ancona)

STORMO screamo/hc da Feltre (nord-nord-nord-est-est-est)

MOE noise/presamale da Oslo (più a nord degli Stormo, ma non più a est, e neanche più a ovest)

GLI ALTRI piazzevuote/nientestomaco da Savona (la città più anziana del mondo conosciuto)

5€ per tutti / offerta libera se vieni da fuori!
i fasci entrano gratis e escono in ambulanza!
accorrete numerosi!

Per rispondere alla crescente intraprendenza delle sezioni locali di Casa Pound con Blocco Studentesco, e Forza Nuova, una serata di rabbia antifascista per ripetere ancora che Genova non assorbirà con disinteresse le parole vuote di questa nuova ondata di populismo.
La crisi acuisce le tensioni sociali, e l’estremismo di destra cerca di insinuare una nuova idea di “tolleranza” che rivanga odio razziale e altre forme di esclusione, il tutto facendo leva su sentimenti umani in modo strumentale e camuffando il tutto con l’amor di patria e altre minchiate demagogiche. Aldilà dell’ignoranza di questi grebani deficienti e sorpassando la ridicolezza delle idee propugnate, il dato che ci fa riflettere (e secondo noi molto pericoloso) è che con questi volantinaggi, con questa propaganda politica svuotata di qualsiasi contenuto reale, si vada a giustificare l’esistenza di un gruppo politico assolutista, che sogna la dittatura. Subdolamente si inseriscono in quei contesti, come le scuole, dove è più difficile essere contestati perchè non c’è ancora stata una formazione personale sufficientemente approfondita.
Il Buridda e’ una realta’ che vuole essere antagonista rispetto allo Stato, contro tutte le forme di potere e quindi contro le istituzioni, e l’antifascismo è un’idea che deve essere alla base non solo del nostro antagonismo, ma anche dell’idea di democrazia che sostiene la Costituzione italiana. Non e’ nostro interesse difendere la Costituzione, ma vogliamo portare questa riflessione anche a tutte le persone che non condividono la nostra passione per l’orizzontalità senza compromessi:

volete vivere in una città governate da idee di assolutismo e prevaricazione? Dove si può dire liberamente che a seconda del posto dove si nasce si hanno più diritti di altri? Dove si rimarcano differenze di genere o non si è liberi di innamorarsi di chi si vuole?

Noi no, e continueremo a lottare per rimetterli dove stanno bene: nelle fogne.

CONTRO OGNI PASSAPORTO
CONTRO OGNI FRONTIERA

SE I RAGAZZI SONO UNITI NON SARANNO MAI SCONFITTI

FUORI I FASCISTI DA GENOVA